Tu sei qui

Progetti Scuola Primaria

Anno scolastico 2019-2020

Destinatari:
Tutte le classi
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

“DIVERSO DA CHI?”

Vivere la vita di classe significa sperimentare in prima persona la sostanza dell’apprendimento, significa vivere un processo di crescita personale necessariamente connesso alla maturazione sociale: si impara con gli altri e dagli altri, si impara dalle diversità e dalle pluralità di modi e stili. Condividere ogni giorno con i propri compagni a scuola diversi modi di apprendere, constatare la varietà e la diversa misura delle competenze presenti non solo in un gruppo, ma in ogni singola persona è un’opportunità insostituibile per apprendere in modo significativo cioè personale, durevole e trasferibile all’esterno dall’ambito scolastico. La ricerca di una scuola inclusiva, intesa come ambiente in cui le diversità anziché barriere diventano occasione di confronto, cambiamento e crescita, è doveroso compito quotidiano di ogni docente e il nostro Istituto, per rafforzare ulteriormente l’importanza del processo inclusivo, grazie alla preziosa collaborazione di Enti e Associazioni, in base alle risorse economiche disponibili ogni anno promuove svariate iniziative. La promozione del progetto di inclusione d’Istituto “Diverso da chi?” ad esempio, si pone come grande contenitore di molteplici interventi destinati a quei bambini che, per disabilità o disturbi diversi, manifestano bisogni particolari. Iniziative incluse nel progetto da diversi anni:

- Pet therapy: attività assistita con il cane, a piccoli gruppi, per realizzare una forma di comunicazione più immediata. Questo progetto coinvolge alcune classi della scuola primaria (1A 1C, 2B, 3C e 3D) e una classe della scuola secondaria (2D) a partire dal mese di febbraio 2020.

- Prova l’orchestra: approccio al mondo della musica classica imparando a suonare uno strumento e sentendosi, con i propri compagni, parte “attiva” di un’orchestra. Questo progetto coinvolge gruppetti di alunni di alcune classi quinte della scuola primaria e gruppetti di alunni di diverse classi della scuola secondaria.

- Active sport: sperimentazione del gioco di squadra con atleti disabili per stimolare nei ragazzi una differente rappresentazione della condizione di disabilità. Questo progetto coinvolge tutte le classi seconde della scuola secondaria nelle giornate del 13 e 20 febbraio 2020

- Mini olimpiadi: giochi di squadra realizzati pensando alle diverse capacità di ognuno. Questa attività viene proposta nel mese di novembre e coinvolge tutte le classi della scuola dell’infanzia organizzate in terzine e duine nella fase di gioco.

- Laboratorio pasticciando: pasticciare con le mani per sviluppare la propria autonomia e accrescere la propria autostima attraverso esperienze concrete e pratiche in una dimensione sociale del fare. Questo progetto coinvolge un gruppo misto di alunni di classi diverse della scuola secondaria.

- Orto didattico: promuovere la conoscenza e il rispetto della natura attraverso l’esperienza concreta della gestione dell’orto. Questo progetto coinvolge tutte le classi della scuola primaria come fase di osservazione e per la cura gruppi di alunni di classe terza e quinta della scuola primaria e alunni di diverse classi della scuola secondaria.

- Watsu: trattamento di riequilibrio psicofisico che unisce i benefici di un’antica forma di massaggio curativo orientale (Shiatsu) con le virtù dell’acqua calda. È considerata oggi tra le più interessanti tecniche di bodywork, perché coinvolge diversi aspetti della persona fisici ed emozionali e, attraverso il mezzo dell’acqua calda, può favorire cambiamenti e trasformazioni nella persona che riceve un ciclo di trattamenti. Questa attività coinvolgerà alcuni alunni delle classi prime e seconde ed alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria.

In aggiunta al progetto “Diverso da chi?”, ogni anno in base ai bisogni degli alunni, si promuovono interventi formativi per il personale docente e acquisti specifici: sussidi alternativi, programmi informatici per lo sviluppo di percorsi personalizzati, strumentazioni o quanto ritenuto idoneo a favorire il successo scolastico di tutti i bambini in ottica di valorizzazione del loro potenziale.

A fine maggio parteciperemo ad una camminata solidale nelle vie del comune di Roncadelle, presumibilmente il 23 maggio. La camminata sarà aperta a tutta la cittadinanza e vi parteciperanno anche gli alunni dell’Istituto Comprensivo. Tale iniziativa sarà promossa dall’associazione “Clown…e oltre”, che offre un’attività di volontariato nel Bresciano.

AllegatoDimensione
PDF icon Progetti d'Istituto per l'Inclusione40.73 KB
Destinatari:
Alunni della classe 2C
Responsabile progetto:
Marchetta Alessandra

Progetto di lettura ad alta voce di un libro scelto dalla Casa editrice Marcosymarcos, una copia per alunno, da leggere in classe.
Il progetto si articola in attività di laboratorio per esercitarsi in forma ludica nella lettura ad alta voce e rendere gli alunni consapevoli della propria voce come strumento.
La lettura viene arricchita con attività che coinvolgono altre discipline quali, musica, arte-immagine, motoria, ecc.

BookSound Lab 1
Nel primo laboratorio, con l’aiuto di un lettore volontario esperto, ciascun alunno scopre la propria voce. Si apprendono alcuni segreti per utilizzarla al meglio attraverso la respirazione, l’uso del diaframma e delle pause, mettendo a punto l’intonazione più adeguata allo stile e senso del testo. Attraverso giochi vocali ed esercizi individuali e collettivi, si scopre che la lettura può essere un momento di condivisione e di divertimento, non solo un atto solitario e silenzioso.

BookSound Lab 2
Nel secondo laboratorio, sempre con l’aiuto del lettore BookSound, la classe continua il suo allenamento vocale sul libro.
In questa fase, ci si concentra sul testo e sulle parti più adatte a dare vita a una lettura suggestiva.
In che modo posso raccontare e far assaggiare il libro di fronte a un pubblico dal vivo ? 
Questo lo spunto su cui si inizia a ragionare, mettendo in campo fantasia, creatività e abilità artistiche dei ragazzi (musica, interpretazione, danza, disegno).
Il lettore BookSound accoglie le idee degli studenti e dà piccoli suggerimenti per indirizzarli nell’organizzazione del lavoro.

Obiettivi:
Prendere consapevolezza della propria voce come strumento di comunicazione nella lettura non solo per se stesso, ma a voce alta per gli altri per:
- Superare la timidezza nella lettura a voce alta.
- Comprendere il testo e saperlo leggere con la giusta intonazione.
- Condividere con i pari un progetto comune.

 

AllegatoDimensione
PDF icon Scheda progetto284.02 KB
Destinatari:
Le classi quinte della primaria e tutte le classi della secondaria
Responsabile progetto:
Docenti Brullo per la primaria e Bontempi per la secondaria

L’educazione alla cittadinanza attiva è la finalità del progetto. 
Gli alunni coinvolti sperimentano:
- la conoscenza del proprio territorio e della realtà istituzionale; 

- il sentirsi cittadini a tutti gli effetti proponendo iniziative; 

- l’assumere ruoli progettando insieme; 

- la collaborazione tra scuola e Consiglio Comunale. 


Descrizione del percorso
- Raccolte delle candidature a Sindaco del CCR e quelle per gli assessori. 
- Elezioni. 
- Proclamazione degli eletti del CCR.
- Attività del nuovo CCR: 
1)Scelta della frase spot da apporre sulle borracce donate dal Comune sia alla primaria che alla secondaria. Giovedì 28 novembre il CCR riunito ha votato la frase spot “Scelta eco-logica”.
2) Campagna contro l’utilizzo della plastica.
3) Proposta, degli eletti della scuola primaria, di preparazione di una mostra sull’importanza della raccolta differenzia da allestire presso la scuola primaria entro fine anno scolastico.

Destinatari:
Tutte le classi
Responsabile progetto:
Rubino Sabrina

L'Istituto Comprensivo dallo scorso anno scolastico è entrata a far parte di una rete territoriale denominata "English for everybody".
Gli interventi previsti da "conversatori  madrelingua anglofoni"  hanno  il fine di potenziare conoscenze e abilità linguistiche, fonologiche ed espressive della lingua inglese degli alunni.

Il progetto intende: 
- sviluppare la motivazione e la curiosità dei ragazzi nei confronti della lingua inglese, attraverso l’apprendimento e il consolidamento di pronuncia, lessico e strutture linguistiche; 
- far crescere nell’alunno l’autostima e stimolare la fiducia nelle proprie capacità; 
- sviluppare la conoscenza di altre culture e le competenze di cittadinanza europea. 

Gli obiettivi formativi sono:
- Affinare la capacità di ascolto; 
- fissare strutture, funzioni e lessico ; 
- migliorare la pronuncia e la comprensione della lingua inglese; 
- sviluppare le capacità espressivo- comunicative; 
- potenziare la capacità di comprendere e produrre oralmente le espressioni più comuni della comunicazione quotidiana in situazioni pratiche, simulate ed autentiche. 

Gli intereventi verranno divisi in due periodi differenti:
1^ periodo: settembre-dicembre 1 conversatore
2^ periodo: marzo –maggio 2 conversatori

AllegatoDimensione
PDF icon Scheda progetto519.21 KB
Destinatari:
Tutti
Responsabile progetto:
Sabatti Teodora

Il progetto si prefigge le seguenti finalità:
- promuovere la percezione del corpo, la strutturazione dello schema corporeo, l'organizzazione spazio-temporale;
- stimolare la socializzazione attraverso le attività e i giochi di squadra;
- consolidare il rispetto delle regole mediante le attività propedeutiche ai giochi di squadra;
- valorizzare la pratica motoria, anche attraverso la collaborazione di tecnici federali.

Si proporranno esperienze motorie propedeutiche preferibilmente agli sport di squadra, secondo la disponibilità e le risorse delle società sportive che operano sul territorio comunale.

Destinatari:
Classi quarte
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

Tutte le classi quarte hanno aderito al progetto “Opera domani” che, quest’anno, avrà come tema il Rigoletto di Giuseppe Verdi. Si recheranno al teatro Sociale di Mantova il 2 marzo 2020.
Tale progetto ha lo scopo di avvicinare gli alunni alla conoscenza del melodramma come spettacolo in cui convivono arti differenti; approcciarsi al particolare linguaggio operistico,  cogliendo le differenze fra recitativo e cantato; cantare alcune semplici arie dell’Opera selezionate per altezza ed intonazione ai bambini. 

Destinatari:
Tutte le classi della scuola primaria e secondaria, in particolare le classi in cui sono inseriti alunni con disabilità.
Responsabile progetto:
Docente Pasqua Manciavillano

Coltivare l'orto a scuola è un'attività interdisciplinare adatta ad ogni età, un'occasione di crescita in cui si supera la divisione tra insegnante e allievo e si impara condividendo gesti, scelte e nozioni, oltre che un metodo.
Offre ai bambini la possibilità di esplorare le loro infinite risorse, esprimere potenzialità, competenze e le loro curiosità.
Fornisce agli insegnanti gli strumenti per progettare, condurre e documentare un progetto educativo tematico e condiviso, dando senso all'agire comune.
Permettere di condividere pensieri e competenze diverse in attività educative comuni, consente ai bambini e agli insegnanti di vivere momenti di relaione positiva, valorizzando il fare di ciascuno.
Le attività prevedono il coinvolgimento di gruppi classi all'interno dei quali sono presenti anche alunni diversamente abili, con difficoltà di apprendimento e/o problemi comportamentali che possono essere coinvolti in prima persona in attività pratiche e di movimento, prevalentemente all'aperto.

AllegatoDimensione
PDF icon progetto-orto-2019-2020.pdf354.15 KB
Destinatari:
Alunni della scuola secondaria e classi quinte scuola primaria
Responsabile progetto:
Osvaldo Mombelli

Promuovere la conoscenza e la pratica di corsa campestre, atletica leggera, pallavolo, badminton, rugby.

AllegatoDimensione
PDF icon progetto-cs-e-rete-ef-2019-2020.pdf302.07 KB
Destinatari:
Alunni delle classi 2A/B
Responsabile progetto:
Tutte le insegnanti

Il progetto di pratica psicomotoria è rivolto agli alunni delle classi seconde della scuola primaria con tempo scuola 28 ore, in continuità con lo scorso anno.
È proposto dall’associazione Globo e prevede l’attuazione di un ciclo di dieci sedute di pratica psicomotoria educativa in uno spazio attrezzato, con la tecnicità di conduzione propria della pratica psicomotoria di Bernard Aucouturier.
Ciascuna seduta sarà strutturata in due tempi fondamentali: 
- il primo incontro è dedicato all’espressività motoria, all’azione, alle emozioni, al gioco simbolico, attraverso l’utilizzo di materiale morbido (cubi di gommapiuma e materassi);
- il secondo incontro è volto a favorire una presa di distanza dal corpo, dal movimento, dalle emozioni ed il passaggio all’attività rappresentativa e di pensiero, tramite il disegno, le costruzioni, il racconto;
- il passaggio dal primo al secondo tempo della seduta sarà facilitato dal racconto di una storia.

Destinatari:
Tutte le classi
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

Come consuetudine anche quest’anno scolastico tutte le classi dell’Istituto saranno coinvolte nel “Progetto lettura”.
Le classi prime e seconde si recheranno presso Biblio’ dove verranno proposte delle letture sia per il centenario di Gianni Rodari che propedeutiche all’incontro con l’autore che si terrà nel mese di aprile.
Le altre classi, invece, si recheranno presso la biblioteca civica. Quest’anno gli alunni incontreranno la scrittrice sordomuta Monica Taini autrice del libro “La bambina che andava a pile”. Essa verrà accompagnata da una traduttrice del linguaggio dei segni.
Il progetto lettura si inserisce nell’ambito del macro progetto d’Istituto “Benessere a scuola” incluso nel PTOF triennale. 

Destinatari:
Gli alunni delle classi seconde, terze, quarte, quinte.
Responsabile progetto:
Le insegnanti Fanelli Antonella e Mei Gabriella

Il Progetto nasce dalla collaborazione con il Gruppo Missionario di Roncadelle per sensibilizzare gli alunni al tema della solidarietà, pace e amicizia tra i popoli, attraverso la conoscenza di realtà e condizioni di vita lontane e diverse dalla nostra quali Brasile, Cile, Camerun, Uganda.
Gli obiettivi formativi sono:
- Presa di coscienza da parte degli alunni delle problematiche e difficoltà di persone lontane da noi.
- Attivazione concreta e personale degli alunni a collaborare, elaborare e progettare attività e iniziative finalizzate alla realizzazione della festa finale che porterà aiuto concreto alle popolazioni coinvolte nel progetto.
Sono previsti quattro/ cinque incontri annuali in presenza dell’esperto Giovanni Vespa (presidente del Gruppo Missionario di Roncadelle).
Partendo dal mese di febbraio, dopo il primo incontro con l’esperto, le insegnanti sviluppano , durante alcune ore di lezione, le tematiche del progetto  (la pace, la solidarietà, la collaborazione..) e con i bambini programmano attività musicali, grafico pittoriche, danze. Spesso le iniziative nascono dall’interesse, curiosità ed iniziativa degli alunni stessi.
A fine maggio/inizio giugno verrà realizzata la "Festa del Sorriso" in uno spazio pubblico del territorio comunale.

Destinatari:
Classi prime
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

Il Progetto si colloca nell’ambito delle azioni di Continuità tra scuola dell’Infanzia e scuola Primaria finalizzato al potenziamento degli schemi motori di base. Lo scopo è promuovere uno sviluppo armonico dei bambini e consolidare i prerequisiti funzionali all’apprendimento della letto-scrittura.
L'intervento di potenziamento è rivolto agli alunni del primo anno della scuola primaria e si concentra, in particolare, sulle difficoltà motorie–psicomotorie e di disorganizzazione esecutive che interessano il gesto grafico. Tali fragilità sono emerse da osservazioni valutative all’interno di screening eseguito l'ultimo anno della scuola dell’infanzia.
Il Progetto coinvolge le insegnanti delle classi prima nella formazione con la Dott.ssa Cristina Elefante sulle tematiche  e gli alunni in un laboratorio grafo–motorio, per il recupero del gesto grafico.
Gli obiettivi generali del progetto sono:
1. Potenziamento dell’organizzazione prassica.
2. Sviluppo della motricità intesa come acquisizione delle competenze psicomotorie: controllo degli schemi motori e posturali, coordinazione, adattamento degli schemi di base ai parametri spazio/temporali in diversi ambienti.
3. Evoluzione delle competenze psicomotorie per favorire quelle cognitive: integrazione sensoriale, processi percettivi, rappresentazione mentale e simbolizzazione.
4. Rafforzamento dei fattori psicomotori (schema corporeo, lateralità, spazio, tempo, equilibrio,sinestesie) per consentire l’automatizzazione dei processi grafici.
5. Potenziamento della coordinazione dinamica dell’arto superiore e della motricità fine della mano.
6. Insegnamento/apprendimento della direzionalità del gesto per poi approcciare nel modo adeguato la scrittura in corsivo (rispetto dei margini, stare nel quadretto, procedere orizzontalmente nello scrivere).

Destinatari:
Alunni delle classi 2A/B/D e 3A
Responsabile progetto:
Tutti gli insegnanti

 

Il progetto di yoga condotto dall’esperta Elisa Guffanti si ispira all’approccio pedagogico divulgato dall’Associazione Italiana Pedagogia Yoga.
È un progetto rispettoso sia dei principi essenziali della disciplina indiana, sia delle caratteristiche dell’allievo e del contesto educativo socio-culturale in cui vive.
In questa visione la pratica yoga è il motore che promuove il benessere fisico, la stabilità emotiva, lo stimolo intellettuale e l’apertura del cuore.
Il progetto si articola in 10 incontri di un’ora e prevede un percorso di esperienze ludiche mirate al benessere psicofisico individuale e alla sintonia di gruppo.

Destinatari:
Alunni delle classi 5A/C
Responsabile progetto:
Tabaglio Cinzia

Il gioco degli scacchi è strumento educativo fondamentale, riconosciuto e incoraggiato nelle scuole di ogni ordine e grado, finalizzato ad un miglioramento dei risultati scolastici, alla maturazione del bambino e alla sua
integrazione sociale. 
Molteplici sono i benefici del gioco degli scacchi sullo sviluppo del bambino. 
Sviluppo capacità cognitive e razionali 
Per sua natura, il gioco degli scacchi sviluppa la capacità di analisi ed il pensiero formale-organizzato. Stimola inoltre la creatività nella ricerca della soluzione di problemi, migliora la memoria e la concentrazione, contribuendo positivamente allo sviluppo delle competenze e facilitando il futuro apprendimento delle materie scolastiche. 
Miglioramento della socialità 
Gli scacchi portano a ponderare il punto di vista altrui. Durante il gioco, infatti, il bambino si rende conto che la propria visione delle cose non è l’unica possibile. Egli, per poter giocare, deve necessariamente considerare le mosse dell’avversario, imparando così a rispettarlo, nella sua diversità di azione e opinione. Viene inoltre favorita la socializzazione, l’integrazione della disabilità e delle diverse etnie. Si impara ad accettare le critiche e le sconfitte, non considerandole nella loro accezione negativa, ma come stimolo necessario al progredire delle proprie capacità di gioco. 
Formazione del carattere 
Si riscontrano effetti positivi anche sulla sicurezza, l’autostima ed il controllo dell’impulsività (si impara a riflettere prima di agire). La naturale aggressività del bambino viene incanalata nella “sana competizione”. Per questo gli scacchi rappresentano un valido strumento nella prevenzione del bullismo. Il messaggio che viene trasmesso è che, con pazienza e sacrificio, si può raggiungere l’obbiettivo che ci si è prefissati, preparandosi ad affrontare eventuali difficoltà sulla strada per raggiungerlo. 
Educazione civica 
Il gioco degli scacchi si basa sull'osservazione di regole ben definite, ciò incoraggia il rispetto delle norme sociali e della legalità nel futuro adulto. Gli scacchi sono inoltre un gioco competitivo, fondato sulla correttezza nei confronti dell'avversario e l'accettazione del risultato della partita, elementi fondamentali nel processo educativo. Il gioco inoltre non è solo individuale ma può diventare anche di squadra, favorendo la solidarietà e la collaborazione, oltre al senso di responsabilità nei confronti dei compagni. 

AllegatoDimensione
PDF icon Scheda progetto275.42 KB
Destinatari:
Tutti gli alunni delle classi quinte della primaria
Responsabile progetto:
Insegnante Brullo Emilia e Dott.ssa Zanelli Federica

Il progetto di uno sportello di ascolto psicologico rivolto agli alunni delle classi quinte della primaria, vuole porsi come occasione per offrire uno spazio individuale di consulenza rispetto alle tematiche connesse con la crescita, in cui gli alunni possano trovare ascolto, sentendosi accolti e non giudicati.
Lo sportello vuole essere un luogo di informazione e sostegno in questa fase di cambiamento evolutivo e di imminente cambio di ciclo scolastico.

Il percorso è così articolato:
- richiesta della autorizzazione firmata da parte dei genitori; 
- incontro della Dott.ssa Zanelli Federica con i singoli gruppi delle classi quinte per la presentazione del progetto;
- posizionamento di scatole dove gli alunni devono inserire le richieste di colloquio;
- colloquio individuale (che potrà svolgersi in due incontri) dell’alunno richiedente con la Dott.ssa Zanelli.

Anno scolastico 2018-2019

Destinatari:
Tutte le classi
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

“DIVERSO DA CHI?”
Vivere la vita di classe significa sperimentare in prima persona la sostanza dell’apprendimento, significa vivere un processo di crescita personale necessariamente connesso alla maturazione sociale: si impara con gli altri e dagli altri, si impara dalle diversità e dalle pluralità di modi e stili. Condividere ogni giorno con i propri compagni a scuola diversi modi di apprendere, constatare la varietà e la diversa misura delle competenze presenti non solo in un gruppo, ma in ogni singola persona è un’opportunità insostituibile per apprendere in modo significativo cioè personale, durevole e trasferibile all’esterno dall’ambito scolastico.
La ricerca di una scuola inclusiva, intesa come ambiente in cui le diversità anziché barriere diventano occasione di confronto, cambiamento e crescita, è doveroso compito quotidiano di ogni docente e il nostro Istituto, per rafforzare ulteriormente l’importanza del processo inclusivo, grazie alla preziosa collaborazione di Enti e Associazioni, in base alle risorse economiche disponibili ogni anno promuove svariate iniziative.
La promozione del progetto di inclusione d’Istituto “Diverso da chi?”ad esempio, si pone come grande contenitore di molteplici interventi destinati a quei bambini che, per disabilità o disturbi diversi, manifestano bisogni particolari. Iniziative incluse nel progetto da diversi anni:  

Pet therapy: attività assistita con il cane, a piccoli gruppi, per realizzare una forma di comunicazione più immediata. Questo progetto coinvolge due sezioni della scuola dell’infanzia: la sezione rossa e blu, e alcune classi della scuola primaria: 1ABD, 2ACD, 3A.

Prova l’orchestra: approccio al mondo della musica classica imparando a suonare uno strumento e sentendosi, con i propri compagni, parte “attiva” di un’orchestra. Questo progetto coinvolge gruppetti di alunni di alcune classi quinte della scuola primaria e gruppetti di alunni di diverse classi della scuola secondaria.

Active sport: sperimentazione del gioco di squadra con atleti disabili per stimolare nei ragazzi una differente rappresentazione della condizione di disabilità. Questo progetto coinvolge tutte le classi seconde della scuola secondaria.

Mini olimpiadi: giochi di squadra realizzati pensando alle diverse capacità di ognuno. Questa attività viene proposta alla fine di marzo e coinvolge tutte le classi della scuola dell’infanzia organizzate in terzine nella fase di gioco.

Mi diverto anch’io: promozione di diverse esperienze sportive per far maturare competenze di gioco-sport favorendo la relazione e promuovendo i valori sportivi. Questo progetto viene realizzato in fascia pomeridiana presso la palestra della scuola secondaria e proposto come possibilità di attività di impegno significativo del proprio tempo libero. È rivolto ad alunni dalla classe quarta della scuola primaria alla terza della scuola secondaria.

Laboratorio pasticciando: pasticciare con le mani per sviluppare la propria autonomia e accrescere la propria autostima attraverso esperienze concrete e pratiche in una dimensione sociale del fare. Questo progetto coinvolge un gruppo misto di alunni di classi diverse della scuola secondaria.

Attività di cucina: realizzazione di ricette in piccolo gruppo per imparare a stare e lavorare con gli altri, condividendo spazi e materiali. Questa attività coinvolge gruppetti di alunni delle classi 4B e 4D.

Orto didattico: promuovere la conoscenza e il rispetto della natura attraverso l’esperienza concreta della gestione dell’orto. Questo progetto coinvolge tutte le classi della scuola primaria come fase di osservazione e per la cura gruppi di alunni di classe seconda e quarta della scuola primaria e alunni di diverse classi della scuola secondaria. 

 In aggiunta al progetto “Diverso da chi?”, ogni anno in base ai bisogni degli alunni, si promuovono interventi formativi per il personale docente e acquisti specifici: sussidi alternativi, programmi informatici per lo sviluppo di percorsi personalizzati, strumentazioni o quanto ritenuto idoneo a favorire il successo scolastico di tutti i bambini in ottica di valorizzazione del loro potenziale.

Questo anno scolastico abbiamo la possibilità di ospitare due mostre sulla tematica della diversità. 

-La mostra di disegni di bambini sull’autismo dal 4/3 al 17/3, nasce dall’esperienza di Autisminsieme e Pinac di Rezzato. Presso il nostro istituto verranno esposti 36 pannelli con disegni sul tema dell’autismo.

-La mostra “Leggere insieme” dal 27/3 al 10/4 legata alla pratica della Comunicazione Aumentativa Alternativa in collaborazione con la Rete di scuole Caa di Brescia e promossa del Centro Sovrazonale Caa di Milano e Verdello. Verranno esposti 14 pannelli sulla storia della Caa e il suo utilizzo e 30 in-book (libri in Caa).

Queste mostre saranno aperte alle classi e al territorio e potranno essere spunto iniziale o approdo finale per lavorare sui temi legati all’inclusione: accoglienza, riconoscimento dell’altro, empatia.

Destinatari:
Le classi quinte della primaria e tutte le classi della secondaria
Responsabile progetto:
Docenti Brullo per la primaria e Bontempi per la secondaria

L’educazione alla cittadinanza attiva è la finalità del progetto.
Gli alunni coinvolti sperimentano:
- la conoscenza del proprio territorio e della realtà istituzionale; 

- il sentirsi cittadini a tutti gli effetti proponendo iniziative; 

- l’assumere ruoli progettando insieme; 

- la collaborazione tra scuola e Consiglio Comunale. 


Descrizione del percorso:
- martedì 23 ottobre sono state raccolte le candidature a sindaco del CCR e quelle degli assessori;
- martedì  20 novembre si è riunito il CCR per assegnare gli incarichi alla Giunta, fare delle proposte e avanzare delle richieste.

Sono state raccolte  le seguenti proposte:
- ricontrollare LIM e rete  informatica,
- griglie sottobanco,
- appendini (primaria – medie),
- distributore merendine (medie),
- rastrelliere bici (primaria),
- installare/ricontrollare tapparelle e finestre,
- listelli di legno (primaria e secondaria).

 Sono state avanzate le seguenti richieste:
- questionario avvio corsi di tennis, pallamano, basket, scrittura creativa, cucina, scultura/pittura e teatro (per la secondaria, ma con la possibilità di coinvolgere anche la 5° classe della primaria per eventuali corsi di scrittura creativa, cucina, scultura/pittura e teatro);
-  bancarella dei prodotti dei corsi avviati;
-  formazione in primavera  di un gruppo parchi (medie e 5° classe della primaria): i ragazzi chiedono il coinvolgimento del Comune per potere partecipare attivamente alla sistemazione delle aiuole nei parchi.

Nell'incontro del 15 gennaio si è riunito il CCR. L‘insegnante Bontempi ha comunicato: il periodo di inizio dei “LABORATORI DI CUCINA E DI TEATRO”, il costo, il numero di incontri, i posti disponibili per la primaria e la secondaria. Inoltre, si sono avanzate proposte per quanto riguarda la modalità di raccolta delle iscrizioni ai corsi.
I “LABORATORI DI CUCINA E DI TEATRO” sono stati avviati nel mese di febbraio.

Destinatari:
Alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado dell'Istituto Comprensivo di Roncadelle.
Responsabile progetto:
Prof. Osvaldo Mombelli

vedi allegato PDF

Destinatari:
Tutte le classi prime
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

Il progetto coinvolge gli alunni delle classi prime in attività volte a favorire il benessere e la crescita armonica.
Il bambino attraverso il gioco, il corpo e il movimento sperimenta ed ampliare le proprie competenze, sviluppa l’autonomia e la capacità di compiere scelte indipendenti; impara a conoscere i propri limiti.
L’attività psicomotoria aiutare il bambino ad acquisire la consapevolezza delle proprie azioni, e a sviluppare un’immagine positiva di sé. Favorisce la socializzazione e la cooperazione coi coetanei.
Gli incontri sono dieci di 50 minuti ciascuno.

Destinatari:
Tutte le classi
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

Le competenze sociali e civiche possono ritenersi le competenze più importanti, su cui si basa la capacità di una corretta e proficua convivenza, e da cui traggono senso tutte le altre competenze. Divenire competenti, infatti, comporta l’acquisizione di autonomia e di responsabilità, due dimensioni che caratterizzano le competenze civiche e sociali.
Tali competenze non sono afferibili a una specifica disciplina scolastica, bensì si costruiscono attraverso la cooperazione tra tutti i docenti, attraverso la lettura critica dei fenomeni sociali, un’educazione concreta alla solidarietà, all’empatia, alla responsabilità. Si è pensato di inserire nel più ampio panorama delle competenze sociali e civiche un affondo sulla competenza digitale, una delle competenze chiave per l’apprendimento permanente dell’Unione Europea, declinandola rispetto alla prevenzione, riduzione e contrasto del bullismo e, nello specifico, del cyberbullismo. In particolare, in quest’ambito, si fa puntuale riferimento alle Competenze chiave per la cittadinanza. 
(Fonti: Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18.12.2006 - Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012) 

Destinatari:
Tutte le classi.
Responsabile progetto:
Tutti i docenti

Il progetto lettura è un progetto ormai consolidato negli anni e prevede una stretta e proficua collaborazione tra il nostro Istituto Comprensivo, Bibliò e la biblioteca civica del comune.
Esso è finalizzato a promuovere l’amore per i libri e la lettura dei nostri ragazzi fin dalla scuola dell’infanzia.
Questo progetto si articola in due momenti, il primo durante il quale gli alunni si recano presso Bibliò (classi prime e seconde della scuola primaria) e la biblioteca civica (classi terze, quarte e quinte) dove vengono presentati e letti ai bambini libri dell’autore che incontreranno in un secondo momento e durante il quale possono prendere in prestito dei libri consigliati dalla bibliotecaria.
Il secondo prevede l’incontro con l’autore durante il quale gli studenti hanno la possibilità di conoscere dal vivo l’autore dei libri letti, interagire con lui, porgli domande e curiosità.
Quest’anno i nostri ragazzi affronteranno il tema del “Benessere a scuola” e verranno proposti libri nei quali approfondiranno la tematica del “Bullismo”. Lo scrittore che andranno a conoscere sarà Diego Mecenero autore del libro “Lo smontabulli”.

Destinatari:
Classi prime
Responsabile progetto:
Tutte le insegnanti

Il Progetto si colloca nell’ambito delle azioni di Continuità tra scuola dell’Infanzia e scuola Primaria finalizzato al potenziamento degli schemi motori di base. Lo scopo è promuovere uno sviluppo armonico dei bambini e consolidare i prerequisiti funzionali all’apprendimento della letto-scrittura.
L'intervento di potenziamento è rivolto agli alunni del primo anno della scuola primaria e si concentra, in particolare, sulle difficoltà motorie–psicomotorie e di disorganizzazione esecutive che interessano il gesto grafico. Tali fragilità sono emerse da osservazioni valutative all’interno di screening eseguito l'ultimo anno della scuola dell’infanzia.
Il Progetto coinvolge le insegnanti delle classi prima nella formazione con la Dott.ssa Cristina Elefante sulle tematiche  e gli alunni in un laboratorio grafo–motorio, per il recupero del gesto grafico.
Gli obiettivi generali del progetto sono:
1. Potenziamento dell’organizzazione prassica.
2. Sviluppo della motricità intesa come acquisizione delle competenze psicomotorie: controllo degli schemi motori e posturali, coordinazione, adattamento degli schemi di base ai parametri spazio/temporali in diversi ambienti.
3. Evoluzione delle competenze psicomotorie per favorire quelle cognitive: integrazione sensoriale, processi percettivi, rappresentazione mentale e simbolizzazione.
4. Rafforzamento dei fattori psicomotori (schema corporeo, lateralità, spazio, tempo, equilibrio,sinestesie) per consentire l’automatizzazione dei processi grafici.
5. Potenziamento della coordinazione dinamica dell’arto superiore e della motricità fine della mano.
6. Insegnamento/apprendimento della direzionalità del gesto per poi approcciare nel modo adeguato la scrittura in corsivo (rispetto dei margini, stare nel quadretto, procedere orizzontalmente nello scrivere).

Destinatari:
Tutti gli alunni delle classi quinte della primaria
Responsabile progetto:
Insegnante Brullo Emilia e Dott.ssa Zanelli Federica

Il progetto di uno sportello di ascolto psicologico rivolto agli alunni delle classi quinte della primaria, vuole porsi come occasione per offrire uno spazio individuale di consulenza rispetto alle tematiche connesse con la crescita, in cui gli alunni possano trovare ascolto, sentendosi accolti e non giudicati. Lo sportello vuole essere un luogo di informazione e sostegno in questa fase di cambiamento evolutivo e di imminente cambio di ciclo scolastico.
Il percorso si articolato così:
- incontro della Dott.ssa Zanelli Federica con i singoli gruppi delle classi quinte per la presentazione del progetto;
- richiesta della autorizzazione firmata da parte dei genitori;
- posizionamento di scatole dove gli alunni devono inserire le richieste di colloquio; 
- colloquio individuale (che potrà svolgersi in due incontri) dell’ alunno richiedente con la Dott.ssa Zanelli.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.64 del 06/02/2019 agg.19/02/2019